Comunicati stampa

La nuova struttura del gruppo Posta SA

Con l’entrata in vigore della legislazione postale rivista, il gruppo Posta Svizzera cambia il proprio assetto giuridico: non più ente pubblico, bensì una più moderna società anonima (SA) di diritto speciale, a cui faranno capo le tre società del gruppo, Posta CH SA, PostFinance SA e AutoPostale SA. Il Consiglio federale ha preso atto di questa forma organizzativa ed è stato inoltre informato del piano di capitalizzazione auspicato dal gruppo. Esso prevede un prestito a lungo termine contratto sul mercato finanziario per dotare le nuove società del capitale proprio necessario. Come SA l’azienda guadagnerà nuovi spazi di manovra e rafforzerà la sua competitività. La conversione riveste dunque un’importanza fondamentale affinché la Posta continui a fornire, con risorse proprie, un servizio di base orientato al cliente e importanti prospettive di lavoro sorrette da un alto senso di responsabilità sociale. La conversione della Posta in SA è prevista per il secondo trimestre del 2013, con effetto retroattivo al 1o gennaio 2013. Anche in veste di SA la Posta resterà interamente di proprietà della Confederazione.

Sezione Rich Content

La revisione della legislazione postale sancisce la conversione della Posta Svizzera da ente pubblico a società anonima di diritto pubblico sottoposta a legislazione speciale. La nuova configurazione della Posta prevede la gestione delle tre società del gruppo Posta CH SA, PostFinance SA e AutoPostale SA sotto la guida della Posta Svizzera SA. L’azienda ha già approntato gli adeguamenti formali e strutturali necessari per la conversione. Il Consiglio federale, in qualità di proprietario della Posta, ha preso atto della futura struttura del gruppo e del piano di capitalizzazione auspicato. Il successivo processo di conversione dovrà essere ratificato dal Consiglio federale attraverso una serie di decreti. L’avviamento operativo della SA è previsto internamente alla Posta dal 1o gennaio 2013 e verrà sancito da un decreto del Consiglio federale previsto per il secondo trimestre del 2013 con effetto retroattivo.

Capitalizzazione delle nuove società del gruppo

Le attuali unità del gruppo PostMail, PostLogistics, Rete postale e vendita, Swiss Post Solutions e le unità di gestione e servizi confluiranno in Posta CH SA e, insieme ad AutoPostale SA, continueranno a essere sottoposte alla Direzione del gruppo sotto la sorveglianza del Consiglio di amministrazione della Posta. PostFinance, dal canto suo, sarà configurata come SA di diritto privato a sé stante per rispondere ai requisiti dell’Autorità di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) e sarà dotata anche in futuro di una direzione propria, che risponderà a un consiglio d’amministrazione specifico della società. Con la transizione PostFinance otterrà inoltre un’autorizzazione a esercitare l’attività bancaria. È tuttora in corso la verifica dell’autorità in vista della vigilanza futura su PostFinance ai sensi della Legge sulle banche. Deve inoltre essere garantita l’adeguata capitalizzazione di tutte le future entità giuridiche. La Posta dispone di risorse sufficienti a dotare le società del gruppo del capitale proprio necessario. Per garantirsi al tempo stesso la liquidità necessaria alla sottoscrizione del capitale azionario di PostFinance SA, la Posta contrarrà sul mercato dei capitali prestiti a lungo termine, presso investitori privati e istituzionali, per un ammontare di circa 1,3 miliardi di franchi.

La Posta resterà proprietà della Confederazione

La Posta Svizzera SA resterà interamente di proprietà della Confederazione, le società del gruppo di completa proprietà della Posta. L’immagine di marca della Posta resta invariata. Con il passaggio alla forma organizzativa di SA, la Posta si doterà di una veste giuridica più moderna che ne accrescerà il raggio d’azione imprenditoriale e la competitività nei suoi mercati. PostFinance, dal canto suo, sarà soggetta alla vigilanza dell’autorità di settore, a testimonianza del suo ruolo nazionale di primo piano in qualità di istituto finanziario retail. La conversione e lo scorporo rivestono un’importanza cruciale affinché la Posta continui a fornire, con risorse proprie, un servizio di base di qualità e orientato al cliente a livello nazionale, offrendo importanti prospettive di lavoro sorrette al contempo da un alto senso di responsabilità sociale.

Sezione Rich Content